Dicono al caffè che...
Siamo sempre noi...

Cari visitatori, ancora una volta benvenuti!
Non vi siete sbagliati, non toccate nulla nell'elenco dei vostri indirizzi "preferiti": siamo sempre noi.
Dopo quasi dieci anni di presenza sul web dovevamo decidere se chiudere questo sito, poiché la sperimentazione a questo collegata era terminata, o se, visto i lusinghieri risultati, scommetterci ancora una volta.

Sarà perché è stato bello, per noi di Infogestione, lavorare in questi anni con persone vive, intelligenti e coraggiose, sarà perché i risultati sono stati molti ed incoraggianti, sarà perché crediamo veramente a quanto stiamo facendo, che ha prevalso la seconda ipotesi: continuare e potenziare la ricerca e di conseguenza questo sito sperimentale. Abbiamo quindi ampliato, ed in previsione lo vedrete ancora crescere, il numero delle sezioni e dei relativi protocolli di ricerca.

Come potete facilmente evincere dalla barra del menu alla sommità di questa pagina, particolare attenzione è stata prestata agli autori. Esattamente come per "Radiolibro" questo sito ospiterà e vivrà di contributi creati da esponenti del settore editoriale e dell'espressione, poiché le parole, a cui da sempre è dedicata questa manifestazione web, non sono territorio riservato agli adepti del grafema, ma è patrimonio di tutta la nostra specie, qualsiasi sia il mezzo per condividerla.

 
Condivisione, una parola bellissima, che concede umanità alle umane attività. Rende l'accademia progresso, il salotto per pochi intimi fucina, il dolore sostentamento, il sogno realtà. "I Caffè Culturali" perciò hanno particolarmente potenziato quanto permetta la circolazione e la compartecipazione delle parole e di quanto, attraverso di esse, si desideri esprimere. Ed allora Facebook, Youtube, Twitter e tutto quanto reperibile sul web siano benvenuti al nostro caffè, così ogni genere di espressione, ogni tipo di editoria, ogni epifania di vita incarnata dalle parole ed ogni espressione di tutto l'universo che ospita la nostra specie.
Perché? Già perché! Perché senza gli altri non si va da nessuna parte. Si può corrompere, istigare, accumulare, arricchire, diventare potenti, arroganti, presuntuosi, sostituirci a Dio, qualora ne avessimo uno sotto mano, ma senza gli altri, malgrado la loro pochezza, la loro miseria, la loro antipatia, il loro egoismo e l'incorregibile ipocrisia non saremo mai noi.
E così, condannati a noi stessi, come perenni Don Chisciotte e Sancho Panza, risibili e derisi, ma fedeli alla ricerca del significato ultimo dell'esistere, continuiamo il nostro cammino...in noi e con voi.
 
Informazioni su questa pagina
titolo:"Siamo sempre noi..."
autore: Gian Stefano Mandrino
data di pubblicazione: 01.12.2014
ultimo aggiornamento:
01.12.2014
codice di riferimento:
IICA1412011958MAN

Sull'argomento in questo sito
- "Presentazione"

 
     
I CAFFE' CULTURALI
sito sperimentale del Dipartimento per lo Studio della Linguistica e dell'Italianistica della società INFOGESTIONE

Questo sito è di proprietà della società INFOGESTIONE di Gian Stefano Mandrino & C. s.a.s.
sede legale: via Bardonecchia, 93 - 10139 - Torino - Italia -
tel.: 0039 - 011 - 3835724
Partita IVA/Codice Fiscale: 07241240014 - REA: 876784

http://www.infogestione.com
- infogestione@infogestione.com
Proprietà intellettuale della società INFOGESTIONE s.a.s.: tutti i diritti sono riservati.