Il libro sul tavolino
"Criada"
di Annalisa Martino
la recensione



Annalisa Martino



"Criada"

ISBN 978-88-97347-35-4


Edizioni astragalo
http://www.edizioniastragalo.it




Il libro sul tavolino è:

"Criada"

"Criada", così si intitola l'ultimo lavoro di Annalisa Martino. Il termine, comune vocabolo delle terre di lingua spagnola, non è facilmente traducibile in italiano. Potrebbe identificare il ruolo di una domestica, come quello di una ancella, ma anche di colei che si occupa degli anziani e dell'educazione dei fanciulli. Una "Criada" è tutto questo e per alcuni, come per l'autrice di questo "romanzo della memoria", magistralmente curato da Edizioni Astragalo, molto, molto di più.

Il testo narra la vera storia di Elvira, nata nel 1922 in una famiglia contadina. Come per tante sue coetanee nell'Italia difficile di quegli anni, anche per lei ben presto si chiudono le porte di istruzione, emancipazione e realizzazione e si aprono quelle delle case, presso le quali andare a servizio.

Sarà proprio la famiglia dell'autrice ad accogliere la giovane governante, che ben presto, tra alterne vicende, assumerà un ruolo tale da trascendere gli scontati aspetti di un mestiere sovente umiliante, per divenire presenza, riferimento ed irrefrenabile motivo di gratitudine per coloro che saranno i destinatari di ogni suo talento, di ogni sua giornata, di ogni sua fatica, di ogni sua rinuncia come solo una madre "per scelta" e non "per natura" può fare.

Felicemente scritto con "parole" e non per inquadrature da "fiction" televisiva, Annalisa Martino lascia che sia la narrazione a plasmare se stessa. Tale aspetto si riverbera sullo stile del racconto, traghettandolo dalla apparente banalità di una delle tante lacrimose vicende italiane dell'epoca, per giungere a dare ragione di uno dei più rari ed alti sentimenti umani: la riconoscenza.

In "Criada" la storia d'Italia e le vicende umane si intrecciano. Le famiglie cambiano, le generazioni crescono, si alternano. Di pagina in pagina l'espressione cresce di profondità, in coerenza con l'evoluzione di eventi e di personaggi, rendendo efficacemente percepibile, quasi come un cambiamento di registro, l'ineluttabile destino delle esistenze narrate. Ciò sfocia nella drammatica testimonianza da parte di Annalisa Martino di vari e commoventi sentimenti, che raggiungono l'acme nella profonda comprensione e gratitudine nei confronti di colei che, non potendo essere padrona della propria vita, la realizza nel porla a totale disposizione di coloro che considera "famiglia".

Diversi sono gli aspetti da segnalare, oltre alla riuscita espressione letteraria. Il racconto pone l'attenzione sul rapporto tra sentimenti, ruoli e "strutture" antropologiche, così come è particolarmente interessante traguardare i cambiamenti sociali e politici attraverso i ruoli dei personaggi. Il vero protagonista è comunque l'amore, in tante sue forme e nell'unica sua dimensione: il dono, la gratuità, al di là della perdita e della sofferenza.

"Criada" insegna che solo il sacrificio della dedizione incondizionata rivela la maternità, racconta come essere i destinatari dell'effetto possa diventare drammaticamente vanificante, se non si ha la lealtà ed il coraggio di testimoniarlo, prova che in questa nostra realtà tutto passa e l'unica cosa che rimane è l'amore.

 

ALL'AUTRICE È STATO RISERVATO UN TAVOLINO PRESSO IL NOSTRO CAFFÈ:
CLICCATE SU QUESTO COLLEGAMENTO PER VISUALIZZARE L'INTERVISTA

    

il forum del libro
    
 
Informazioni su questa pagina
titolo:"Criada"
autore: INFOGESTIONE dli
data di pubblicazione: 02.12.2014
ultimo aggiornamento 02.12.2014
codice di riferimento:
IICA1412021554MAN

 
     
I CAFFE' CULTURALI
sito sperimentale del Dipartimento per lo Studio della Linguistica e dell'Italianistica della società INFOGESTIONE

Questo sito è di proprietà della società INFOGESTIONE di Gian Stefano Mandrino & C. s.a.s.
sede legale: via Bardonecchia, 93 - 10139 - Torino - Italia -
tel.: 0039 - 011 - 3835724
Partita IVA/Codice Fiscale: 07241240014 - REA: 876784

http://www.infogestione.com
- infogestione@infogestione.com
Proprietà intellettuale della società INFOGESTIONE s.a.s.: tutti i diritti sono riservati.