Mistero mistico

di Gian Stefano Mandrino

Misticismo. Una sera di alcuni anni fa sentii, in una chiesa, l'omelia di un presbitero. Sosteneva che, a causa dell'ignoranza dilagante ai giorni nostri in materia di dottrina religiosa nonché di teologia, se fosse apparso un angelo, non saremmo stati in grado di riconoscerlo. A parte l'aspetto frustrante per il messaggero divino (a cui va la mia predilezione), tutto ciò mi è sovente tornato alla memoria, facendomi riflettere.
Misticismo. Proviamo a chiudere orecchi, occhi e bocca (per i greci antichi "myein"), come se non dovessimo fare uscire nulla di intellegibile da noi. Proviamo, sempre mantenendo tale assetto (mi raccomando verificate di avere comunque le narici libere), a comprendere cosa stiamo percependo ed a comprendere che cosa sia. Tornando al nostro aspetto etimologico, coloro che sono limitati quanto me percepiranno (con che cosa non saprei) una sensazione di segretezza oltre a molte altre esperienze sensoriali, interne ed esterne a noi. Ho connotato anche questa sensazione con il termine di mistero, nella sua accezione più ampia, che all'origine definisce un qualcosa da non dire, poiché segreto, ma che a me pare da non poter proferire, trovandomi privo di reali mezzi per comunicarlo. E' come intrapendere una direzione dove i convenzionali riferimenti fisico - sensoriali non sono utili. La percezione di una dimensione "sferica" dilatata e continua domina su quelle abituali, fisiche e spezzate.
Misticismo. La domanda che maggiormente mi preme, però, è perché, in realtà, mi fidi di quell'immanenza convenzionale giustificata dai miei occhi, dalle mie orecchie e dalla mia bocca, più che da me.
Misticismo. Supposizioni pre-senili o infantili non adatte a persone serie ed equilibrate, che vivono pienamente e fattivamente nella realtà. Roba di gente che crede agli angeli.


"In itinere intellegere"
"|  |   |  |
I CAFFE' CULTURALI
sito sperimentale del Dipartimentoper lo Studio dell'Italianistica della società INFOGESTIONE

Questo sito è di proprietà della società INFOGESTIONE di Gian Stefano Mandrino & C. s.a.s.
sede legale: via Bardonecchia, 93 - 10139 - Torino - Italia -
tel.: 0039 - 011 - 3835724
Partita IVA/Codice Fiscale: 07241240014 - REA: 876784

http://www.infogestione.com
- infogestione@infogestione.com
Proprietà intellettuale della società INFOGESTIONE s.a.s.: tutti i diritti sono riservati.