Recensione

di Gian Stefano Mandrino

Recensione dal latino recensere: esaminare, passare in rassegna, riflettere.

Già, riflettere...Abbiamo riflettuto per anni se recensire testi o meno in questo nostro spazio dedicato alle parole, mentre iniziavano a pervenire le prime richieste, via via sempre più numerose e pressanti.

Già, perché una recensione vale mille "Tavolini riservati". Potersi esprimere attraverso un'intervista è nullla rispetto al piacere di sentirsi dire "Se avesse evitato di scrivere, sarebbe stato meglio per tutti, cara scrittrice!". Stiamo capendo, in effetti, che se non si è un poco masochisti non ci si può sentire scrittori.

Contenti loro, contenti tutti, ma, come sempre, a nostro modo.

La recensione de "I Caffè Culturali" non è un esame né una riflessione. Non è neppure eseguita con le canoniche suddivisioni.

Il nostro recensire è condividere. E' lasciare sul tavolino del nostro locale il libro letto e sottolineato nelle sue parti migliori, secondo il nostro
insignificante modo di pensare, affinché altri ne fruiscano liberamente.

Nessun giudizio negativo: non è il nostro mestiere. Niente incenso, solo verità. Se ci sarete è perché sarete sul podio. Se, come noi, avete qualche problemino con i congiuntivi, preferiamo telefonarvi e dirvelo apertamente: il prossimo lavoro sarà messo sul podio da amici sinceri o di nuovo sarà una chiacchierata su Skype, ormai tra vecchi conoscenti.

Noi siamo inutili, non serviamo a vendere: noi vogliamo capire, per fare capire.


I poeti

di Pierangelo Bertoli

I poeti son poeti perche' scrivono poesie
fanno a gara nei concorsi dove vincono bugie
quei concorsi col salame, con la medaglietta d'oro
hanno il vizio di spiegarti che i poeti sono loro.

Il poeta e' un uomo stanco che si sveglia a mezzogiorno
che si affaccia dal balcone e si guarda appena intorno
insicuro e sempre incerto si trascina alla sua tana
caffelatte con le uova che la mamma gli prepara.

I poeti son dei matti che non pagano il pedaggio
fanno finta di capire quando scrivono "coraggio"
ma se c'e' da far la guerra il poeta e' giu' in cantina
fa l'amore con la serva e si scopa la regina.

Il poeta ha dei segreti che non dice con nessuno
sono formule di sogno che gli fan vendere fumo
con quell'aria un po' sorniona, privilegio dell'artista
ama i gatti, beve vino, scorda il conto del dentista.

I poeti sono il sole che riscalda le speranze
della gente disperata che si nutre di bestemmie
i poeti sono il mare che circonda tutto quanto
ma han la pelle troppo chiara e non fanno piu' di un tanto.

I poeti son poeti perche' scrivono poesie
fanno a gara nei concorsi dove vincono bugie
quei concorsi col diploma, coi discorsi culturali
dove vincono il diritto di non essere normali

Fonte: http://www.lyricsondemand.com/b/bertolipierangelolyrics/ipoetilyrics.html


Informazioni su questa pagina
titolo:"Stato".
data di pubblicazione: 23.01.2013
ultimo aggiornamento
15.05.2013
codice di riferimento:
I111216.1549.DI.AP.man
autore: Gian Stefano Mandrino

Dell'autore in questo sito
"Un sito di parole per le parole"

"Tra parola e società"
"I due cavalli e l'auriga"
"Il perché ed il percome"
"Percezione, comprensione, giudizio e pregiudizio"
"Signore e Signori: la Morte"
"Violenza e comprensione"
"Egografia"
"Mistero mistico"
"Giornali"
"Crocifisso"
"Cannocchiale?"
"Scusa, ho sbagliato, colpa mia"
"Stato"
"Recensione"
"In itinere intellegere"
"|  |   |  |
I CAFFE' CULTURALI
sito sperimentale del Dipartimentoper lo Studio dell'Italianistica della società INFOGESTIONE

Questo sito è di proprietà della società INFOGESTIONE di Gian Stefano Mandrino & C. s.a.s.
sede legale: via Bardonecchia, 93 - 10139 - Torino - Italia -
tel.: 0039 - 011 - 3835724
Partita IVA/Codice Fiscale: 07241240014 - REA: 876784

http://www.infogestione.com
- infogestione@infogestione.com
Proprietà intellettuale della società INFOGESTIONE s.a.s.: tutti i diritti sono riservati.